Informazioni personali

La mia foto
Ufficialmente sono un'impiegata commerciale e tento di vendere qualcosa all'estero in un orario part-time che di part-time ha solo il nome. Nell'altra parte del "time", quella immaginaria, sono una casalinga disperata. Vivo da sei anni nella Gcasa con un megalomane egocentrico spesso in preda a deliri di onnipotenza che qui chiamo amorevolemente Ego e recentemente pare sia diventato mio marito, una Ggatta convinta di essere la padrona di casa e un Ggatto suo sottoposto. Sono sociofobica, germofobica e un altro paio di cose che finiscono con "obica". Sono silenziosa, amo le parole ma uso scriverle piuttosto che buttarle al vento. Dico sempre esattamente quello che penso ma solo se interpellata - quando apro bocca o ho fame o sono incazzata. Maniaca dell'ordine, del pulito e in generale della perfezione ma non a casa mia. Sono una tormentata, per motivi non ancora chiari, ma non ho tempo per disperarmene perchè ho da correre alla ricerca della perfezione di cui sopra. Per i pregi purtroppo non c'è più spazio. Ballerina mancata, nella prossima vita vorrei fare l'ereditiera depressa, scrittrice nel tempo libero. Sogni nel cassetto: pubblicare un libro e girare il mondo.

lunedì 27 gennaio 2014

Eccolo,

il momentaccio che tanto temevamo. La Gigghi ha scoperto che quel bucino là sotto ha anche funzioni meno nobili di quelle adibite alla pipì - sopratutto sulla plastica della toiletta vuota nei trenta secondi alla settimana in cui Ego toglie la lettiera vecchia per inserire quella nuova. E via così di rotolamenti pancia all'aria, pose con culo all'ìnsù, occhioni sgranati e lamentii. Mi chiedo se questo sia solo l'inizio o tutto sia qui perchè devo dire che in confronto alla mia gatta precedente la Gigghi è quasi silensiosa, sopratutto la notte, la mia gatta non ci faceva proprio dormire. Da quando a dicembre il veterinario ci disse che ogni momento era buono, praticamente tutte le sere appena sculettava un po di più, io escalamavo la mia frase di rito mi sa che ci siamo tanto che quando l'altro ieri ha iniziato ad essere particolarmente lamentosa ed esaltata di fronte ai commenti di Ego ho detto ma noooo, figurati. Et voilà. Ora, del casino che fa non me ne frega assolutamente nulla, tantomeno del sonno dei vicini soliti a spostare mobili, piantare chiodi e urlare al cane solo dalle ventitrè in poi. Però vederla soffrire è straziante, mi guarda con occhioni che sembrano proprio chiedere aiuto e io la accarezzo ripetendole cosa c'è amore, cosa c'è, dillo alla mamma... pur non avendo affatto gli strumenti necessari ad aiutarla, non questa volta. Potremmo anche chiamare il veterinario e farla operare subito, d'amblè, ma io proprio non me la sento di farlo così dal giorno alla notte senza un minimo di preparazione psicologica. Ho letto in rete che ad alcune micie da sollievo tamponare la zona interessata con un asciugamano imbevuto fresco, oltre a testimonianze di chi si avventura a simulare una penetrazione con un  cotton fioc - cosa che non si puo davvero sentire. Accetto consigli di ogni sorta per aiutarla nel caso tra voi ci fosse qualche gattara esperta, a patto che non comportino atti di masturbazione felina.
Oggi è anche il grande giorno per Ego, primo giorno nel nuovo posto di lavoro. Un po' per scaramanzia, un po' perchè questo è uno spazio dove tendo ad estraniarmi dalla realtà e dar voce più che altro ai miei sproloqui interiori non sempre coerenti con la quotidianità.. non ne avevo ancora fatto parola. Si tratta di un lavoro completamente diverso da quello che lui ha fatto fin ora, o meglio la mansione è la stessa, il venditore, o il ciap-rat, come lo definisco io. in un ambito però de del tutto differente, innanzitutto con una locazione ufficiale che non lo costringe quindi a macinare km tutti i giorni consumando automobili, carburante e maroni. ma sopratutto con degli orari di chiusura per il pranzo e alla sera. Il margine di arrivo nella Gcasa di Ego dovrebbe quindi variare da un range compreso tra le diciannove e le ventitirè alle più consuete diciannove e trenta - venti e tranta. e scusate se è poco. Ora, ci sarebbe anche il fatto che dovrà lavorare anche di sabato ma non è questo il post delle lamentele, che arriverà, siate fiduciosi. Sembra quindi che in sole due settimane la situazione si sia risolta evitando la disoccupazione in calcio d'angolo. 
Se avete due dita che v'avanzano, mi fareste la cortesia di incrociarle? 

Vi ricordo la mia prima blog-iniziativa: help Me to help You. Trovate tutto nel banner qui a fianco, tra pochi minuti publicizzerò nella mia pagina Facebook il blog della prima persona che è passata di là e procederò così per tutti i Like che arriveranno fino a venerdì. Infine dedicherò un post a tutti quelli che avrò trovato anche di là, nuovi e "vecchi" amici. Vi aspetto!

8 commenti:

  1. Incrocio le dita :) te l'avevo detto che si sarebbe risolto tutto... almeno tu sei. Posto ora, noi aspettiamo...
    Titta è andata in calore la settimana scorsa, sabato... giovedì l'ha operata, ci ha detto che aveva già dei piccoli micini ma con i problemi di salute che ha ci ha vietato di farglieli fare, per lei è per i futuri micini... Titta ci ha fatto morire, un casino assurdo ma ora è tornato tutto alla normalità :) chiedi consiglio al ver, se è uno serio come il nostro saprà cosa fare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio Nadia che angoscia... ma che problemi ha Titta??
      La Gigghi non puo sicuramente essere gravida non uscendo di casa, ho intenzione di far passare questo calore e fissare l'operazione a fine febbraio come si era detto... ma come vi ha fatto morire, cosa è successo?

      Elimina
    2. Ci svegliava alle 6 del mattino urlando perché doveva ASSOLUTAMENTE uscire... Sono stte mattine tragiche!
      Titta ha un problema che è sicuramente genetico per cui ha il sistema immunitario molto debole e quindi qualsiasi cosa fa si che per attaccare la malattia il suo corpo attacchi anche se stesso... Ha una specie di malattia autoimmune, granuloma, le era venuta una piaga sul labbro e si era riempita di croste su tutto il corpo per colpa di un vaccino.. Poi ha avuto anche i vermi (che hanno tutti i gatti, infatti sono da sverminare una volta all'anno) e non guariva mai... Quando al vet è venuto il dubbio dei vermi è migliorata di colpo ma prima di questo colpo di genio siamo andati avanti ad autoemo (prelevava il sangue di titta, lo mischiava con un nedicinale omeopatico e glielo rifaceva intramuscolo) a botte di 50€ ogni settimana per due mesi!
      Meno male che abbiamo finito ora perché ci stava svenando ahahaha
      Comunque ora sta bene, diciamo solo che è un po fragilina di salute ^_^

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Dita incrociate!! In bocca al lupooooo! ^_^

    RispondiElimina
  4. Incrocio e incrocio. E' strano anche per me, ma ne avevo quattro libere... ^_^

    RispondiElimina

Io sono per l'insulto libero quindi, dai, che è gratis.. e non c'è neanche il codice captcha!