Informazioni personali

La mia foto
Ufficialmente sono un'impiegata commerciale e tento di vendere qualcosa all'estero in un orario part-time che di part-time ha solo il nome. Nell'altra parte del "time", quella immaginaria, sono una casalinga disperata. Vivo da sei anni nella Gcasa con un megalomane egocentrico spesso in preda a deliri di onnipotenza che qui chiamo amorevolemente Ego e recentemente pare sia diventato mio marito, una Ggatta convinta di essere la padrona di casa e un Ggatto suo sottoposto. Sono sociofobica, germofobica e un altro paio di cose che finiscono con "obica". Sono silenziosa, amo le parole ma uso scriverle piuttosto che buttarle al vento. Dico sempre esattamente quello che penso ma solo se interpellata - quando apro bocca o ho fame o sono incazzata. Maniaca dell'ordine, del pulito e in generale della perfezione ma non a casa mia. Sono una tormentata, per motivi non ancora chiari, ma non ho tempo per disperarmene perchè ho da correre alla ricerca della perfezione di cui sopra. Per i pregi purtroppo non c'è più spazio. Ballerina mancata, nella prossima vita vorrei fare l'ereditiera depressa, scrittrice nel tempo libero. Sogni nel cassetto: pubblicare un libro e girare il mondo.

mercoledì 5 giugno 2013

Non sto iniziando a scrivere un romanzo erotico.

"Ti sento piccola quando ti tocco ma grande quando ti parlo"
E come fai a non scioglierti di fronte a cotanta astuzia ben servita. laggasi: sei magra e intelligente... il top.
Un clichè, farsi intortare dal capo sornione, un clichè che puzza di vecchio. Arriva con gli occhioni a cerbietto di chi non si è mai cagato sotto così tanto in vita sua e la maglietta della salute bianca che spunta dalla camicia. che ti prego, tutto ma non la maglietta della salute sotto la camicia. 
e nel Tugurius torna il sole, mi illumino di immenso, il mio mondo torna a colori.
Sono stati giorni bui nei quali non sono riuscita a fare quello che normalmente faccio ogni santo giorno, overro tenermi a bada. ogni pensiero triste è diventato lo sconforto più totale, ogni giramento di coglioni una rabbia accecante, per non parlare dell'ansia e dello scazzo semprepresenti. Il tutto condito dalla sensazione di star sprecando prezioso tempo qui in ufficio e alla paranoia per i capelli, in piena fase pre-cilco. Oggi è il primo giorno che riesco ad interfacciarmi con altri umani senza ringhiare e, escludendo mia madre, non ho voglia di picchiare nessuno. sarà anche che finalmente le temperature si sono alzate e questo sole mi sta asciungando i panni, le ossa, e i dolori sparsi dentro qua e là. penso al weekend e al fatto che c'è una sagra di paese dove vorrei andare a mangiare, al prossimo che saremo al mare, a un bramato weekend a Gardanland per il mio compleanno e alle ferie che si, non posso prenotarle adesso come vorrei, ma le prenoterò. 
E il mondo non si ferma perchè io decido che sono troppo incazzata per fare qualsiasi cosa, quindi stamattina è arrivata la busta splendida splendente con la conferma del nostro posto ad una fiera tedesca in settembre, proclamato evento dell'anno. Questa cosa fa si che si vadano a sbloccare tutta una serie di progetti in stand-by e si entra ufficialmente nei mesi X dell'organizzazione. fiera mia per clienti miei e potenziali nuovi sempre miei. insomma, sono tutti cazzi miei. ma parteciperanno anche altri colleghi e per me sarà l'occasione dello sputtanamneto ufficiale date le pessime prestazione in inglese e non a cui dovrò dar luogo. e come al solito da ingenua temeraria quale sono, per adesso la paura è pari all'eccitazione. mi vedo già sull'aereo a giocare alla manager quando in realtà, lo so, sarà una settimana da incubo.

Meritoso aggiornamento riguardo alla situazione ortodontica. venerdì scorso sono stati due mesi che il corpo estraneo è nella mia bocca e per una volta posso confermare con gioia che quella di metterlo non è stata un idea malvagia. praticamente non lo sento più, già dopo una decina di giorni mi ci sono abituata e non mi accorgo quasi più di averlo. quando cambio le mascherine non ho dolore alcuno, ovviamente sono più strette della precedente per cui i primi giorni toglierle è un impresa più ardua - nulla a confronto dei primissimi giorni come scrivevo qui - e i primi minuti dopo i denti sono leggermente indolenziti, ma è un passaggio che vivo ogni volta con gioia perchè gli ultimi giorni le mascherine sono di un colore tra il giallo e il grigio grazie ai miei innumerevoli caffè e sigaretta, per cui non vedo l'ora di mettere quelle nuove limpide e trasparenti. Mi sono abituata al gusto plasticoso a cui rimedio bevendo spesso e che mi hanno assicurato, sento solo io. L'unica cosa un po' fastidiosa è il fatto che il palato rimane sempre molto asciutto e se non bevo per qualche ora mi sento il deserto in bocca. Ma tutto questo è niente a confronto della soddisfazione nel vedere che i due dentoni sopra sono già tornati in asse, il dente sotto che spuntava sta scendondo e il canino ribelle inizia a spostarsi... Da ricordare la notte con il raffreddore e la limitata respirazione dovuta all'apparecchio, il russare selvaggio che manco un camionista polacco, grazie Ego amore mio che non tralasci mai nessun dettaglio.

6 commenti:

  1. il preambolo era molto erotico direi, ma dopo la maglietta della salute le mie ovaie si sono ritirate...
    Ancora in crisi coi capelli?
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. portai anch'io un terribile apparecchio per trascinare (si, letteralmente trascinare!) al suo posto un canino che aveva avuto la bizzarra idea di crescere in mezzo al palato! ma lo feci in giovane età, quindi i denti avevano una mobilità maggiore... ad ogni modo è un supplizio che ti porterà buoni frutti: tieni duro!

    RispondiElimina
  3. ahahahahah russare, che cosa meravigliosa xD

    RispondiElimina
  4. Noto la maglietta della salute noooo...

    RispondiElimina
  5. Quindi la simpatia in casa non viene solo da te, anche Ego non scherza :-)

    RispondiElimina
  6. tutto è lecito, al di qua della canottiera. tutto.

    la donna in (sola) canottiera invece ha sempre il suo dannatissimo fascino. sia detto, eh.

    RispondiElimina

Io sono per l'insulto libero quindi, dai, che è gratis.. e non c'è neanche il codice captcha!